Vai al contenuto

Ferrari e Raikkonen: il problema è nei freni

raikkonen problemi con i freni

Il pilota Kimi Raikkonen – campione del mondo F1 nel 2007 – non riesce ad avere feeling con la sua Ferrari F14T.

Sembrano lontani anni luce quei gran premi in cui Kimi Raikkonen, forte della padronanza in frenata, riusciva ad imporsi e a conquistare anche un prezioso titolo mondiale, così come avvenne nel 2007: ma cosa frena le performance del finlandese alla guida della Ferrari F14T?

Ciò che sembra contrastare in modo marcato le performance al volante della Rossa di Kimi Raikkonen, sono le difficoltà nel controllare la frenata della monoposto di Maranello, soprattutto per quanto riguarda la frenata sull’asse posteriore.

A distanza di due settimane, ora, i tifosi della Ferrari si aspettano che i tecnici riescano a preparare al meglio la monoposto dello scandinavo per la Spagna: ci riusciranno? Staremo a vedere…

by Davide Micheli

WTCC Marrakech gara 1: vince Lopez

wtcc gare in Egitto

Il campionato WTCC 2014 si è avviato come previsto con la supremazia della Citroën: la scuderia francese, infatti, è riuscita a conquistare l’intero podio in gara 1 di WTCC a  Marrakech, lasciando veramente a bocca asciutta i piloti delle altre scuderie.

Il primo posto è stato conquistato da Lopez, che ha portato la sua auto a 24’40”950, mentre che, in seconda posizione si è accomodato Loeb con il tempo di 24’41”663, seguito invece al terzo rango dal favorito, Yvan Muller, che si è dovuto accontentare di un tempo pari a 24’42”557.

La Chevrolet Cruze, per quanto non sia riuscita ad andare sul podio in gara 1, è sembrata essere l’unica sfidante capace di ottenere un risultato positivo contro la C-Elysée. La carovana delle competizioni WTCC farà tappa in Ungheria il prossimo 3 maggio, per il terzo appuntamento del mondiale 2014.

by Davide Micheli

F1 Bahrain: Mercedes al top nelle libere

qualifiche gran premio del bahrein

Le prove libere del GP del Bahrain si sono concluse con un ottimo risultato da parte delle due Mercedes di Lewis Hamilton e di Nico Rosberg, rispettivamente primo a 1’35”324 e secondo a 1’35”439 di tempo, seguiti dalla Force India di Sergio Perez a 1’35”868.

Il quarto tempo è stato invece fatto registrare dalle due Williams di Valtteri Bottas (1’36”116) e di Felipe Massa (1’36”364), seguite quindi dalla McLaren di Jenson Button a 1’36”394, dietro alla quale si è accodata poi la Ferrari di Fernando Alonso a 1’36”454.

Chiudono la top ten delle prove libere del Gp del Bahrain Nico Hülkenberg, Daniil Kvyat e Kimi Raikkonnen.

a cura di Davide Micheli

GP Malesia, polemica Ferrari

polemiche ferrari per gp malesia

 

Avrete certamente sentito tutti parlare dell’aereo del volo 370 scomparso: proprio in merito a ciò, alcuni familiari delle vittime, sono stati ospitati all’interno di un albergo che, per combinazione, era stato prenotato mesi fa dalla Ferrari in vista del Gp di Malesia.

In una situazione simile, alcuni giornali malesi hanno voluto creare una notizia polemica relativa al fatto che alcune di queste persone siano state invitate a prenotare altrove, in ragione dell’arrivo della squadra italiana per la competizione.

In realtà, la prenotazione era avvenuta mesi or sono e, pensare che in una struttura 5 stelle non siano riusciti a risolvere la problematica con anticipo, contribuisce sicuramente a ridimensionare le polemiche.

by Davide Micheli

Coletti arriva alla Racing Engineering

coletti alla racing engineeringDopo aver vissuto un campionato di GP 2 Series quanto meno strano – considerando come il pilota monegasco si è trovato in testa per lungo tempo, per poi cedere negli ultimi appuntamenti – Stefano Coletti tenta il riscatto firmando con la Racing Engineering, affiancando Raffaele Marciello.

L’anno scorso, con la Rapax in GP2 Serie, Stefano Coletti sembrava destinato a raggiungere il suo titolo, ma le performance positive del giovane si sono interrotte, con il risultato che negli ultimi cinque gran premi dell’anno, il monegasco non è più riuscito a conquistare punti.

Così, Stefano Coletti ha concluso il suo campionato 2013 GP2 Series in quinta posizione: riuscirà a fare di meglio quest’anno, contando sulla Racing Engineering? Staremo a vedere…

by Melody Laurino

GP2: Markelov e Evans nel team Russian Time

gp2 russian team

I preparativi per l’inizio della stagione 2014 di GP2 fervono sempre di più e, tra le ultime notizie che sono giunte da questa competizione del mondo automobilistico, la più interessante è sicuramente quella che riguarda il team Russian Time.

Dopo la perdita di Igor Mazepa, che secondo alcuni osservatori è stata vissuta dall’intera squadra in modo negativo, ora, la scuderia prova a ripartire con l’arrivo di due piloti per la stagione 2014 di GP2, vale a dire, Mitch Evans e Artem Markelov.

Proveniente dal mondo della F3 tedesca, Markelov è riuscito a mettersi in mostra proprio in questa competizione, conquistando il titolo di vice-campione: riuscirà a dare il meglio di sé anche nel mondo del GP2? Staremo a vedere…

a cura di Davide Micheli

Vettel è il migliore al GP del Belgio

011-auto-competizioneE’ tempo di parlare di F1 e di scoprire chi ha fatto veramente sognare gli appassionati di Formula 1: ancora una volta, il pilota della Red Bull, Sebastian Vettel ha portato a casa un’altra vittoria, dopo un grande spettacolo dato già durante le prove libere e qualifiche non del tutto convincenti.

Dopo il primo posto di Vettel, che si caratterizza come la sua trentunesima vittoria in carriera e la quinta durante l’attuale stagione, troviamo al secondo posto il ferrarista Alonso che ha portato la sua monoposto in seconda posizione con una differenza di 16.8 da Vettel.

Al terzo posto, invece, c’è Lewis Hamilton che ha portato la sua monoposto sul gradino più basso del podio grazie alla Mercedes W04 con un distacco pari a 27’’7 da Sebastian Vettel. A seguire troviamo in quarta posizione il pilota Nico Rosberg con un distacco di 29’’8 dalla Red Bull di Vettel.

Proseguendo, in quinta posizione troviamo la seconda Red Bull di Mark Webber che si distanzia dal suo compagno di squadra per 33’8, mentre che al sesto posto troviamo la McLaren di Jenson Button. Dietro con una differenza di 53’’9 dalla cima della classifica dell’F1 di oggi c’è la Ferrari di Felipe Massa. La top 10 del GP del Belgio si chiude con il pilota Romani Grosjean che si distanzia dalla prima posizione per un distacco da Vettel pari a 55’’8. Adrian Sutil e Daniel Riccardo li troviamo dopo la monoposto Lotus con i rispettivi distacchi pari a 1’09’’5 e 1’13’’7. Ora non resta altro che attendere il prossimo appuntamento con la Formula 1 per nuove emozioni davvero intense!

by Melody Laurino

Gp di Germania: Sebastian Vettel è il vincitore

01-auto-competizioneIl Gp di Germania si è concluso durante questo fine settimana e, ancora una volta, il pilota tedesco della Red Bull è stato premiato, giacché a portato a casa una grande vittoria: stiamo parlando di Sebastian Vettel che ha portato a casa anche un ottimo risultato per quanto concerne le libere e le qualifiche.

Dietro al pilota della Red Bull racing vediamo, in seconda posizione, la Lotus di Kimi Raikkonen che si è portato avanti con un ritardo di 1”0 sul tedesco, mentre poi sul gradino più basso del podio si trova un’altra Lotus ovvero quella del pilota Romain Grosjean che si è distaccato dalla prima posizione con un tempo differente di 5”8. [ga]

Alla quarta e quinta posizione, poi, vediamo la Ferrari di Fernando Alonso e la monoposto di Lewis Hamilton della Mercedes che rispetto alla Red Bull di Vettel si è distanziato da 26”9. Proseguendo nella classifica della F1 del GP di Germania vediamo al sesto posto l’altra vettura monoposto della McLaren di Jenson Button, per poi trovare al settimo posto Mark Webber ed all’ottavo il pilota Sergio Perez della McLaren.

Quest’ultimo ha raggiunto la linea del traguardo con un distacco dal primo posto di 38”3, seguito dietro da Nico Rosberg della Mercedes, che si è distanziato di 46”8. La Sauber di Nico Hulkenberg, invece, chiude la top 10 del GP di Germania con un crono che ha messo in evidenza un distacco di 49”8 dalla cima della classifica di gara. Come avrete ben nonato non ci sono ottimi risultati per Felipe Massa che addirittura è stato costretto ad uscrire di gara già all’inizio della competizione tedesca.

by Melody Laurino

Coletti vincitore nella Gara 2 del GP2 Series Monaco

010-auto-competizioneIl pilota, che ha giocato in casa, è riuscito a portare a casa un ottimo successo che gli ha permesso così di doppiare l’avversario René Binder, posizionandosi così dietro all’uomo della pole position di gara Quaife-Hobbs. Così, il pilota Stefano Coletti, che al momento si trova in cima alla classifica della stagione di GP2 Series, ha gestito senza particolari difficoltà il suo ruolo in pista, nella Gara 2, soprattutto al momento del sorpasso del pilota inglese del team RP MOotrsport. In questo modo, lo stesso è stato in grado di mettersi intesta a tutti, distaccandosi addirittura di 1”8 al momento dell’arrivo al traguardo.

Sul circuito monegasco, però, si sono distinti anche altri piloti tra cui il secondo classificato: parliamo di Adrian Quaife-Bobbs, pilota del RP Motorsport, che è riuscito a tenere ben salda la seconda posizione, lasciandosi così alle proprie spalle il pilota Arden Mitch Evans che si è distanziato dalla prima posizione di 2”2. La top 5 prosegue poi con il quarto posto portato a casa a Carlin Felipe Nasr, che invece ha fatto segnare un 2”5.

In quinta posizione c’è James Calado per l’Art Grand Prix, mentre attaccato dietro a lui vediamo René Binder che si distanzia dalla prima posizione di ben 19”2; dietro ancora, troviamo Kevin Ceccon che si porta ad un ulteriore distacco dal podio di 20”0 esatti. La classifica prosegue poi con l’ottava posizione conquistata da Stephane Richelmi della Dams e dal nono di Daniel De Jong; a chiudere le prime dieci posizioni del GP2 Series di Monaco è il pilota Jake Rosenzweig con 31”7 di distacco dalla posizione numero 1.

by Melody Laurino

Vettel vince a Bahrein

013-auto-competizioneIn questo weekend appena passato si è giocato il quarto appuntamento della F1 e la vittoria è stata conquistata dal pilota della Red Bull più giovane: stiamo parlando di Sebastian Vettel, il campione del mondo in carica che è sfrecciato davanti a tutti conquistando il primo posto. Con questa vittoria, il pilota della Red Bull è riuscito a diminuire il suo spazio di distanza dall’avversario Kimi Raikkonen di ben 10 punti.

In seconda posizione, invece, vediamo Kimi Raikkonen che ha corso con la Lotus ed è rimasto indietro dal primo posto di 9”1, seguito subito dopo dal compagno Romain Grosjean, distanziandosi di 19”5 a Vettel. Nonostante possa sembrare assurdo, in realtà, la classifica dei primi tre posti dell’f1 di Bahrein ci propone lo stesso scenario del 2012.

Il quarto posto, invece, è stato preso dal pilota Paul Di Resta della Force India, che si è distaccato di 21”7 dalla monoposto della Red Bull; dietro, poi, segue la Mercedes di Lewis Hamilton con una differenza di 35”3. Proseguendo, troviamo poi Mark Webber con 37”2 di differenza accumolata dal primo posto sul circuito di Bahrein. Il compagno di Sebastian Vettel potrebbe anche avere alcuni problemi per quanto concerne il piccolo contatto che vi è stato con Reosberg.

Per la Ferrari il fine settimana competitivo a Bahrein non è stato di certo dei più fortunati: difatti, Alonso si è piazzato all’ottavo posto e Massa ha bucato ben due volte la ruota, piazzandosi in quindicesima posizione. Il nono e decimo posto, invece, sono stati assegnati alla Mercedes con Nico Rosberg ed alla McLaren di Jenson Button.

by Melody Laurino